La Chirurgia Ortognatica  è in grado di ottenere una corretta estetica facciale nella maggior parte dei pazienti; talvolta la sola chirurgia delle basi scheletriche può non essere sufficiente per il recupero completo dell’estetica facciale, per cui in questi casi si fa ricorso alle cosiddette tecniche ancillari, ausiliare alla chirurgia otognatica.

RINOPLASTICA

Molto spesso deformità ed inestetismi della piramide nasale possono essere presenti in pazienti affetti da deformità dentoscheletriche.

Attraverso un intervento chirurgico di rinoplastica è possibile eliminare tale deformità ridonando così al viso la giusta armonia.

PLASTICA  ZIGOMATICA

Nei pazienti affetti da malocclusioni dento-scheletriche è spesso associato uno scarso sviluppo della regione zigomatica, da grado lieve a grave.

E’ possibile risolvere tale deficit con diverse tecniche, a seconda anche della gravità della alterazione stessa.

Esiste ad esempio la possibilità di effettuare varianti delle osteotomie utilizzate nella correzione della deformità dentoscheletrica che aiutano a risolvere o attenuare tale problematica, in altri casi è possibile ricorrere ad impianti di protesi di materiale inerte biocompatibile che vengono posizionate a colmare il difetto e le cui dimensioni o forma possono essere scelte in base all’entità della deformità da correggere;  in taluni casi è possibile anche confezionare delle protesi “su misura” attraverso la tecnologia CAD/CAM che permette la progettazione e la produzione di protesi ( custom) in base a misurazioni effettuate su immagini TC 3D del paziente.

In casi più lievi, affetti da ipoplasia zigomatica lieve o moderata è possibile anche ricorrere a tecniche meno invasive come ad esempio il riempimento mediante grasso autologo ( lipofilling).

GENIOPLASTICA

E’ possibile correggere il grado di retrusione o protrusione del mento così come una eventuale alterazione

della dimensione verticale o della simmetria, mediante osteotomie della sinfisi mentoniera. Questa correzione chirurgica, qualora fosse necessaria, è eseguibile nello stesso tempo della chirurgia ortognatica.

LIPOFILLING

Quando il riposizionamento osseo non è sufficiente al recupero degli adeguati volumi del volto si può intervenire con innesti di grasso autologo in quelle zone ove i volumi risultino carenti o sbilanciati rispetto alla regione del viso controlaterale.

Il prelievo di grasso viene effettuato sul paziente stesso, per mezzo di cannule aspiranti, con modalità simile a quella utilizzata per la liposuzione ma con una metodica meno invasiva.

Il grasso così ottenuto viene poi iniettato nelle regioni da trattare fino al raggiungimento del risultato desiderato.

Si tratta di una metodica sicura, veloce, ripetibile ogni volta che si renda necessaria.

V-LINE , OSTEOTOMIE A T DELLA SINFISI MENTONIERA

E’ un tipo di chirurgia ossea finalizzata all’allungamento ed al rimodellamento osseo  mandibolare.  Con tale tecnica è possibile ridurre la prominenza degli angoli mandibolari ed eventualmente ridurre le dimensioni dell’ampiezza del mento.

Con tale tecnica è possibile armonizzare ulteriormente le proporzioni della porzione inferiore del volto.

T OSTEOTOMY

Y OSTEOTOMY

Y OSTEOTOMY

W OSTEOTOMY

M OSTEOTOMY